Tu sei qui

Statuto

Articolo 1
Si costituisce nella città di Roma una Associazione culturale nazionale denominata GISCEL (Gruppo di Intervento e di Studio nel Campo dell’Educazione Linguistica) che agisce nell’ambito e con le finalità di cui alla L. 266 dell’11 agosto 1991.
L’associazione è senza fini di lucro e le cariche associative, nonché le prestazioni fornite dagli aderenti, sono gratuite e non retribuite, ad eccezione dei rimborsi-spese.
La Sede della Associazione è presso l’Università di Roma «La Sapienza», Dipartimento di Studi filologici, linguistici e letterari, Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma.

Articolo 2
L’Associazione si propone di agire nell’ambito delle finalità dell’articolo 3 dello Statuto della SLI (Società di Linguistica Italiana, costituita in Roma con atto a rogito del notaio Marco Panvini Rosati in data 24 giugno 1967 n. 73898 rep. con successive modifiche, come da atto del Notaio A. Landini di Pisa in data 1 giugno 1976 n. 213.307/4276). Il GISCEL, che opera all’interno della SLI, ne accoglie lo Statuto e si impegna ad armonizzare le proprie attività con quelle della stessa Società di Linguistica Italiana.

Il GISCEL si costituisce con le seguenti specifiche finalità:

  1. studiare i problemi teorici e sociali dell’educazione linguistica nell’ambito della scuola;
  2. “contribuire a rinnovare i metodi e le tecniche dell’insegnamento linguistico che dovrà essere fondato non più sul puro studio grammaticale o sulla imitazione di modelli formali, ma su attività che stimolino nei discenti le capacità di comprensione e di produzione linguistica a favoriscano la presa di coscienza, in modo adeguato ai diversi livelli di scolarità, del carattere stratificato e vario della realtà sociolinguistica, dei meccanismi linguistici” nello spirito delle Dieci tesi elaborate nel 1975, sviluppandone le indicazioni.

L’Associazione intende promuovere, unitamente alla SLI e anche autonomamente, iniziative che diano impulso allo studio, alla formazione e all’aggiornamento nel campo dell’educazione linguistica in Italia e all’estero. Intende inoltre collaborare con altre Associazioni, Enti e Istituzioni in ogni manifestazione che abbia gli scopi sopraindicati.
L’Associazione si articola in gruppi regionali, i quali hanno autonomia di iniziativa sul  territorio regionale, nel rispetto della finalità del GISCEL nazionale e della finalità e dello Statuto della SLI.
Per la qualifica di socio del GISCEL nazionale si richiede l’iscrizione alla SLI e l’iscrizione a un GISCEL regionale. Possono essere soci gli insegnanti di lingua (materna e seconda) e di ogni altra disciplina, gli studenti, gli studiosi di linguistica, pedagogia, e ogni altro operatore scolastico e non, interessato ai problemi del linguaggio. L’iscrizione avviene su domanda, indirizzata al Segretario regionale. Nelle regioni in cui non è formalmente costituito un gruppo regionale l’iscrizione va richiesta al Segretario del GISCEL nazionale, fino ad un massimo di 8 (otto) richieste di iscrizione a regione.  Nuovi gruppi regionali possono essere costituiti su richiesta di almeno 9 (nove) soci SLI, che presentano istanza in tal senso al Segretario nazionale GISCEL. La costituzione è subordinata all’approvazione della Segreteria nazionale GISCEL e del Comitato Esecutivo SLI.
Qualora si costituiscano gruppi all’estero, è concessa l’appartenenza di un socio a un gruppo regionale e a gruppi costituiti fuori dai confini territoriali.
L’adesione al GISCEL implica l’accettazione incondizionata del presente Statuto.

Articolo 3
Gli Organismi dell’Associazione, deliberanti e consultivi sono:

  1. l’Assemblea nazionale dei soci;
  2. il Consiglio Direttivo formato dal Segretario nazionale dell’Associazione e da due consiglieri eletti dall’Assemblea;
  3. il Segretario nazionale;
  4. il Comitato nomine.

L’Associazione si avvale della consulenza di un Comitato scientifico formato da 5 (cinque) membri.

  1. L’Assemblea nazionale dei soci fissa le linee di orientamento culturale e le finalità di massima, alle quali devono risultare conformi le attività dei singoli gruppi regionali e approva le relazioni sulla attività dei singoli gruppi presentate dai rispettivi segretari. Iniziative di incontri di carattere nazionale (Convegni, Seminari, dibattiti, ecc., ecc.) sempre da coordinare con le attività della SLI, vengono deliberate dall’Assemblea nazionale e affidate di volta in volta a un Comitato organizzatore. Di tali iniziative viene data notizia dal Bollettino della SLI. L’Assemblea inoltre – sentito il Comitato scientifico – decide su eventuali attività editoriali a livello nazionale (pubblicazioni di Atti, di Convegni GISCEL, di volumi tematici a cura di singoli GISCEL regionali o di singoli soci). Alla Assemblea nazionale partecipano, con diritto di voto, tutti i componenti in carica del Comitato Esecutivo della SLI.
  2. Il Consiglio Direttivo è formato dal Segretario nazionale dell’Associazione e da due  Consiglieri eletti dall’Assemblea nazionale fra i suoi membri con il compito di coadiuvare il Segretario nell’esercizio delle sue funzioni. In particolare uno dei consiglieri svolge le funzioni di consigliere segretario; redige i verbali dell’Assemblea dei soci (che vengono pubblicati sul Bollettino della SLI), cura i rapporti con la SLI e con soci GISCEL; l’altro svolge le funzioni di consigliere-tesoriere; amministra il patrimonio  dell’Associazione, si adopera per ottenere contributi finanziari per il GISCEL e predispone il rendiconto finanziario annuale. Il Consiglio Direttivo può anche nominare un tesoriere fuori del proprio ambito, sottoponendo la nomina all’approvazione dell’Assemblea.
  3. Il Segretario nazionale è eletto fra i soci del GISCEL dall’Assemblea convocata in sessione ordinaria. Resta in carica due anni ed è rieleggibile per un solo biennio consecutivo. È membro senza diritto di voto del Comitato Esecutivo della SLI. Il Segretario nazionale deve convocare l’Assemblea nazionale dei soci almeno una volta all’anno (preferibilmente in occasione dei Congressi SLI o dei Convegni nazionali GISCEL), ne fissa l’ordine del giorno e ne dà notizia ai Soci con almeno quaranta giorni di anticipo, attraverso i segretari responsabili delle singole regioni e la pubblicazione nel Bollettino della SLI. Il Segretario nazionale è il rappresentante legale dell’Associazione. Firma tutti gli atti riguardanti la vita associativa, cura l’attuazione delle decisioni dell’Assemblea, convoca e presiede le riunioni del Consiglio direttivo e del Comitato scientifico. Tiene la relazione annuale nell’Assemblea dei soci. In caso di impedimento del Segretario nazionale, la rappresentanza dell’Associazione viene assunta dal Consigliere-segretario o, in seconda istanza, dal Consigliere-tesoriere.
  4. Il Comitato nomine è composto dal Presidente in carica della SLI che lo presiede, dall’ex Presidente SLI e dagli ultimi tre ex Segretari nazionali GISCEL. In via transitoria, nella prima applicazione del presente Statuto si considera ex segretario GISCEL il coordinatore dei GISCEL regionali in carica al momento della costituzione del GISCEL nazionale. Il Comitato nomine ha il compito di proporre all’Assemblea nazionale, alla scadenza dei mandati, i nomi del Segretario nazionale, dei due Consiglieri nazionali e dei membri del Comitato scientifico. I nomi proposti dal Comitato sono noti ai soci attraverso la pubblicazione nel Bollettino della SLI, unitamente alla convocazione dell’Assemblea da parte del Segretario nazionale. Eventuali controproposte, diverse da quelle avanzate dal Comitato nomine, devono pervenire al Segretario nazionale almeno trenta giorni prima dell’Assemblea ed essere firmate da almeno dieci soci di almeno due GISCEL regionali diversi.

Il Comitato scientifico è un organo di consulenza interna del GISCEL che ha responsabilità scientifica delle pubblicazioni del Gruppo. È formato dal Segretario nazionale e da cinque membri eletti dall’Assemblea dei soci, che restano in carica per un quadriennio e non sono immediatamente rieleggibili. Nel caso di votazione, a parità di voti, prevale il voto del Segretario nazionale. Il Comitato scientifico ha il compito di esaminare, valutare e dare indicazioni migliorative – ove necessario – relativamente alle proposte di pubblicazione avanzate dal GISCEL nazionale, dai gruppi regionali, dai soci GISCEL o SLI, di fare proposte autonome, di coordinare la pubblicazione dei volumi approvati e degli Atti dei Convegni nazionali. Le proposte di indirizzo del Comitato scientifico sono sottoposte annualmente alla discussione dell’Assemblea nazionale alla quale spetta di approvarle. Il Comitato scientifico risponde della sua attività all’Assemblea nazionale.

Articolo 4
Il GISCEL nazionale si articola in gruppi regionali [2].
I gruppi regionali hanno lo scopo istituzionale di realizzare in sede locale le finalità del GISCEL nazionale. Si costituiscono nei modi e nelle forme previsti dall’art. 21 dello Statuto SLI e la loro attività viene coordinata dal GISCEL nazionale. Per quanto non espressamente previsto dal presente Statuto valgono le norme per la costituzione dei Gruppi di intervento e studio nel campo dell’educazione linguistica (art. 21 dello Statuto SLI), approvato dal Comitato esecutivo SLI del 27 febbraio 1987, del 15 aprile 1989 e del 16 aprile 1994.
Il presente Statuto sostituisce tutte le norme che in tale art. 21 dello Statuto SLI riguardano gli organi del GISCEL e dei suoi gruppi regionali.

Organi di un gruppo regionale sono:

  • l’Assemblea dei soci, che deve essere convocata in via ordinaria almeno una volta all’anno con comunicazione scritta a tutti i soci almeno sette giorni prima della data di convocazione;
  • la Segreteria regionale, che deve comprendere almeno un Segretario regionale, un vicesegretario e un tesoriere; i regolamenti dei singoli gruppi regionali possono prevedere che la segreteria comprenda un numero maggiore di membri, in particolare per assicurare la rappresentanza di diverse sedi di attività del gruppo nella propria regione.

La Segreteria regionale è eletta per un biennio dall’Assemblea dei soci. Il segretario regionale non può restare in carica per più di due mandati consecutivi.
Ciascun gruppo regionale può darsi un proprio regolamento, purché non incompatibile col presente Statuto.

Articolo 5
L’Assemblea dei soci è convocata una volta all’anno in sessione ordinaria e deve prevedere all’o.d.g. l’approvazione del bilancio. Viene altresì convocata in sessione straordinaria, ogni volta che lo ritenga opportuno il Segretario nazionale, o quando ne faccia richiesta almeno 1/5 (un quinto) dei soci. Le deliberazioni dell’Assemblea sono prese a maggioranza dei voti e alla presenza di almeno metà degli associati in prima convocazione. In seconda convocazione le deliberazioni sono valide qualunque sia il numero degli intervenuti.

Articolo 6
Costituiscono proventi dell’Associazione contributi volontari di soci, lasciti o donazioni e i proventi che vengono dalle pubblicazioni dell’Associazione. Il bilancio viene pubblicato nel Bollettino SLI unitamente alla convocazione dell’Assemblea annuale.

Articolo 7
La firma e la rappresentanza legale dell’Associazione dinanzi a qualsiasi autorità giudiziaria e amministrativa e nei confronti di terzi sono conferite al Segretario nazionale.

Articolo 8
Lo scioglimento dell’Associazione e la devoluzione del patrimonio possono essere deliberati soltanto dall’Assemblea a maggioranza di 3/4 (tre quarti) dei soci.

Articolo 9
Per quanto non contemplato nel seguente atto di costituzione dell’Associazione, valgono le norme del Codice Civile (titolo II, capo II delle Associazioni e delle Fondazioni).

[2] La precisazione “Regione...” sarà adottata nel caso di Gruppi regionali.
Chi siamo

Menu "Chi siamo"

Novità normative da

notiziedellascuola.it

Linee Guida per il diritto allo Studio delle alunne e degli alunni fuori dalla famiglia di origine.

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 16 ottobre 2017, n. 148, recante disposizioni urgenti in materia finanziaria e per esigenze indifferibili. Modifica alla disciplina dell'estinzione del reato per condotte riparatorie. (G.U. 05.12.2017, n. 284)

Disposizioni urgenti in materia finanziaria e per esigenze indifferibili. (G.U. 16.10.2017, n. 242)ndrx(N.d.R.),